Image not available

Benvenuti sul nuovo sito del Teatro Fratello Sole

3° classificata – Sezione: Adulti     

      

BARBARA CANNETTI – CORLO (Ferrara)

 

 

 

 

 

 

 

Zaatari – migrazioni di guerra

 

 

 

Sulle sterrate polverose, il vento

racconta, muto, il dolore del sale

che apre il deserto ad un fiato di fuoco,

ma chi volta le spalle alla sua terra

sul filo fragile della frontiera

non vede la dimora del demonio

perché negli occhi ha ancora le colline,

un ricamo di terra e gelsomini

scucito all’improvviso dalla guerra.

Zaatari è nata su un mare di niente

non sa parlare di salvezza al cuore,

dentro un chiarore incantato di luna

è una valanga di storie diverse,

un filo grosso di profughi in fuga

fermo alla cruna d’ago in cui s’aggruma.

Zaatari è una tendopoli di vento

cresciuta in una notte colma d’incubi

nella fungaia del vuoto dell’anima,

dove anche i bimbi hanno espressioni serie,

sogni di pane alla cannella in gola

e tra le mani un disegno di polvere.

Tutto a Zaatari sa di sortilegio:

si striscia sulla storia come cenere

si vive tra le fogne come i topi

si prendono a sassate anche le stelle

simili, in questo, alle rose di Gerico…

nell’aria irrancidita dalla fame

solo le mosche fanno ancora festa

attorno a giorni tatuati d’hennè.

 

 

 

 

 

 

Schermata 2014-10-28 a 11.27.26

 

 

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy