Image not available

Benvenuti sul nuovo sito del Teatro Fratello Sole

Ad Atene, ai piedi dell'Acropoli, grosse pietre squadrate segnano ancora la pianta di un edificio antico: quel che resta della Biblioteca di Adriano, dono dell'imperatore romano agli Ateniesi, scrigno di cultura per una città della cultura. 

Nel romanzo Memorie di Adriano Marguerite Yourcenar fa parlare in prima persona questo principe saggio e inquieto, disincantato, eppure attratto dal mistero, soldato e politico per forza, filosofo per vocazione, e gli fa dire che le biblioteche sono granai, in cui accumulare riserve, per affrontare gli inverni dello spirito. A metà del II secolo dopo Cristo, al culmine della potenza di Roma, lui sentiva vicino l'inverno dell'impero. 

Molti segni annunciano anche a noi la fine di un certo ordine del mondo; cambiamenti grandi sono già in atto e chiedono scelte cruciali per la vita di nazioni e persone, per la Terra intera. 

Fratello Sole è cinema e teatro, è auditorium, sala conferenze, ma vorrebbe assomigliare un po' anche alla Biblioteca di Adriano, essere un piccolo granaio dello spirito.

Leggi tutto...

 

Piccoli Passi  Rassegna di Teatro per bambini 

 

 

Nel momento in cui nasce un bambino, nasce anche la madre. Lei non è mai esistita prima. Esisteva la donna, ma la madre mai. Una madre è qualcosa di assolutamente nuovo”. (OSHO – Mistico indiano)

 

 

Ogni nascita ha in sé qualcosa di magico: continua a stupirci, ci apre orizzonti che si accendono di nuove speranze, rinnova dentro di noi, accanto a grandi preoccupazioni, una forza incredibile.

Già durante l'attesa di una nascita e ancor più nel suo compimento, il senso del vivere si veste del suo significato più autentico, così che l'esserci e il camminare in questo mondo realizzano il disegno dell'umanità e il grande progetto che si muove con noi e attorno a noi.

Nel dipinto di Pellizza da Volpedo,” Quarto Stato”, in prima fila, insieme ai lavoratori in sciopero, cammina una mamma con il suo bambino ed in quell'abbraccio ci sono tutto l'impegno e la determinazione che la speranza stessa richiede. Dice un adagio africano: “Per crescere un figlio ci vuole un villaggio”. In altre parole occorrono l’aiuto, la comprensione, l’impegno, la collaborazione, di tutta la comunità perché un bimbo diventi uomo.

Le tante storie che parlano di nascite, di amore, di gioia, di speranza, di aiuto, di affido, di attesa, di distacco... saranno raccontate nella XV edizione di Piccoli Passi. Con i linguaggi del teatro che si rivolge all'infanzia, ma che coinvolge anche gli adulti, coniugando attenzione al tema e divertimento, i burattini di Calalatela e quelli di Allegra Brigata, così come i pupazzi e le animazioni di Erbamatta e di Gabriella Roggero, insieme agli attori del Teatro del Piccione, racconteranno le loro storie ai piccoli e alle loro famiglie, per vivere tutti insieme il fascino di questo magico viaggio nel cuore dell'uomo.

 

Leggi tutto...

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy