Il protagonista del romanzo, un giallo in cui si indaga su un delitto che "qualcuno" vorrebbe ridurre a suicidio, è Peppino, il testimone silenzioso di quanto succede e che troverà pace solo quando la sua figura infangata e bistrattata rinconquisterà la dignità che le spetta.

La fabula è divisa in tre parti: un prologo, le indagini e la giornata memorabile in cui tutto succede e i nodi venuti al pettine si risolvono.

Il racconto è disseminato di considerazioni sui temi fondamentali legati alla libertà, dignità, senso civico e morale.

Il tutto in uno stile narrativo scorrevole, intenso e avvincente.

Anna Maria

Pubblicato in Narrativa

Perché leggere questo libro?

Per riscoprire la scrittura ad ampio respiro sul destino dell’uomo che riesce a costruire e a conservare grandi ideali vivendo in una terra bellissima e difficile, piena di contraddizioni e di speranze.

Diversi i piani di lettura, guidati da due momenti di narrazioni: la realtà che è raccontata al presente e il sogno-ricordo reso con i tempi imperfetto-passato.

Una scrittura ricca di spunti di riflessione esposta in modo elegante sullo sfondo di una Sicilia coraggiosa e della strage di Bologna, espressione quest’ultima di una contrapposizione storico-sociale che distruggeva i sogni nel tempo stesso in cui pretendeva di affermarli

 

Anna Maria 

Pubblicato in Narrativa

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy