Nessuno

Seppellirò

da sola i miei morti

per non aver saputo scegliere qualcuno che mi stesse accanto;

scaverò

la loro fossa con le mie mani

e li adagerò

con tanta delicatezza

perché sentano ancora una volta il mio tocco lieve;

avrò paura

di lasciarli andare

poi d'un tratto sprofonderò nel vuoto.

Voltandomi

non troverò nessuno a tendermi la mano

nessuno

che conosca le pieghe della mia anima.



3° premio – sezione adulti 2012

Autore: Raffaella Radice

Busto Arsizio




POESIA TERZA CLASSIFICATA

"NESSUNO"

di Raffaella Radice

Cos'è la solitudine?

Un macigno pesante da trascinarsi appresso quando gli eventi della vita hanno scavato fossati profondi intorno all'individuo.

La Poetessa ben rappresenta il momento estremo di tale sentire, quando la coscienza dolorosa della fine degli ultimi e fondamentali affetti lascia l'essere umano solo davanti a se stesso.


Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy