Il MAPPAMONDO

 

 

A Natale i nonni mi hanno regalato un mappamondo.

E' un oggetto strano, si colora con la luce,

di giorno si vedono i paesi, di sera s'illumina con le stelle.

A me piace osservarlo al buio e mi nascondo nello sgabuzzino.

C'è un'orsa con la sua sorellina,

c'è un carro e un signore che lancia le frecce.

Cerco la stella del piccolo Principe e della volpe

ma la mamma dice che questa si trova solo nel mio cuore.

 

 

3° classificata – Sezione Bambini

Autrice: Silvia Viganò

Meda (MB)

 


 

POESIA TERZA CLASSIFICATA

 

"IL MAPPAMONDO"

 

di Silvia Viganò

 

 

I temi che ricorrono in questa poesia sono quelli semplici e naturalmente vicini al sentire, agli affetti, alla capacità di osservazione e di immaginazione dei bambini: l'affetto dei nonni, la magia del Natale, la fantasia sui paesi lontani, il rapporto tra il mondo immaginato e quello reale.

 

Nei versi finali la chiusa di tutta la composizione sancisce la corrispondenza tra quanto normalmente i piccoli osservano e comprendono e tutto quanto è, invece, esterno a loro stessi.

 

L'interiorizzazione personale espressa dal cuore, cioè dal sentimento, come misura di tutto è la chiave di scoperta del mondo stesso.

 

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy