NOTTURNO

 

 

Scende la notte

che il buio inonda

di silenzio e d'ombre.

 

Brilla dispera tra dune

di luna, la scia

di luce

delle costellazioni.

Si stempera il vero

e nell'irreale si confonde.

 

Sfioro gocce di mondi

estranei e brillanti

tra astri ignoti.

E si perde l'anima mia

nello smarrimento

del perpetuo moto

dell'Universo.

 

 

3° classificata – Sezione Adulti

Autrice: Franca Rossi

Parabiago (Milano)

 


 

POESIA TERZA CLASSIFICATA

 

"NOTTURNO"

 

di Franca Rossi

 

 

La poesia descrive il calare della notte che diffonde dovunque silenzio e ombra.

 

Verità e irrealtà si confondono alla luce fioca delle stelle e l'anima del poeta percepisce se stessa come piccola cosa nell'ingranaggio perpetuo dell'Universo.

 

Lo smarrimento, il confine delicato dei chiaroscuri, l'abbandono alla bellezza di una notte stellata regalano al lettore la sensazione di pace e di serenità finalmente raggiunta.

 

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy