AVT Charles-Dickens 9970

 Nell’ottica di rileggere i grandi autori non come “personaggi” ma come “persone”, cogliamo l’evento del bicentenario della nascita di Charles Dickens per ricordare questo autore e le sue numerose opere appartenenti per sempre alla grande letteratura per ragazzi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tra queste opere, David Copperfield, Oliver Twist, Grandi speranze,……., hanno accompagnato, con le vicende dei loro protagonisti, le paure e le ansie di tanti ragazzi, commosso generazioni di grandi e piccoli e contribuito a formare una coscienza critica.

Attingendo all’intensa e travagliata esperienza giovanile ed utilizzando l’indubbia curiosità e l’acuto spirito di osservazione, Charles Dickens ha scritto storie indimenticabili, conservate indelebilmente nella memoria di una gioventù del mondo. Nelle sue opere ritroviamo il suo desiderio di giuste riforme sociali ma soprattutto la sua aspirazione alla vittoria del bene nella lotta incessante per affermarsi sul male .

Ripassiamo questo scrittore con spirito nuovo e scopriremo che forse talune ingiustizie da lui raccontate e apparentemente superate, sono sempre vive e presenti , anche se con un volto nuovo e meno appariscente, perché sono sorte nel contempo altre forme subdole di sopraffazione dell’universo giovanile, divulgate con grande indifferenza e accettate da un silenzio complice, non certo meno crudeli e devastanti .

La mancanza totale di modelli o l’effetto di modelli sbagliati sono drammaticamente alla ribalta ogni giorno, e la crudeltà di certi messaggi fa scempio dell’ingenuità infantile, producendo una sofferenza altrettanto grande e un bisogno di “giustizia sociale” non meno impellente.

Rileggiamo le sue opere, riproponiamo i suoi “Racconti di Natale” e affidiamo alla nostra attenzione più vigile il rispetto dell’infanzia.

 

 

Benedetta Sarrica

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy