Il secondo corso di cinema e la nuova rassegna "Destini incrociati"

Busto Arsizio, 9 gennaio 2012 - Questa sera, alle ore 21, il Cinema Teatro Fratello Sole riapre i battenti con il corso La materia del Cinema tenuto da Angelica Cantisani, caporedattore della sessione Cinema per il portale Web www.flanerì.com. Il corso prevede cinque appuntamenti (dal 9 gennaio al 6 febbraio) dedicati alle grandi tematiche sociali raccontate al cinema: i nuovi nuclei familiari, l'evoluzione dei ruoli femminili, la solitudine moderna, il terrorismo e le nuove forme di commedia. Il costo è di 70 euro + 15 euro di spese di iscrizione; al termine dei cinque incontri sarà rilasciato un attestato di partecipazione. La prima lezione sarà riproposta anche a fine corso lunedì 13 febbraio.

Giovedì 12 gennaio partirà invece la nuova rassegna cinematografica Destini incrociati curata da Paolo Castelli. Il titolo prende spunto dall’opera di Italo Calvino Il castello dei destini incrociati (1973) e sottolinea l'infinità di esperienze umane possibili. Protagoniste sono le vite nel loro svolgersi e intersecarsi: storie di incontri decisivi come nel film Terraferma di Emanuele Crialese (12/1), dove la vita dei pescatori Filippo ed Ernesto si incrocia con quella di una donna incinta e del suo bambino salvati dall'annegamento, o conflittuali come in Carnage di Roman Polanski (26/1), che vede due famiglie contrapposte dal litigio dei rispettivi figli undicenni.

Altrove sono storie di formazione e di riscoperta di sé: in This Must Be the Place di Paolo Sorrentino (19/1) è la vicenda di una rockstar decaduta che alla morte del padre parte sulle tracce del nazista che lo umiliò; in Tomboy di Céline Sciamma (23/2) è la ricerca di un'identità sessuale da parte di Laure, una pre-adolescente che si veste e si comporta da maschiaccio; in La kryptonite nella borsa di Ivan Cotroneo (1/3), dall'omonimo romanzo, è il percorso di iniziazione del giovane Peppino nella Napoli degli anni '70.

Non potevano mancare le storie d'amore, frutto di incontri fortuiti in grado di cambiare l'esistenza. In L’amore che resta di Gus Van Sant (9/2) avviene durante un funerale l'incontro tra l'orfano Enoch e Annabel malata di cancro. Il colpo di fulmine tra il playboy Carlino e la bella Francesca, protagonisti della pellicola di Pupi Avati Il cuore grande delle ragazze (16/2), scatta invece a casa del patrigno di lei, proprio mentre si sta combinando il matrimonio di Carlino con una delle sorellastre di Francesca. Al contrario in Una separazione di Asghar Farhadi (2/2) le vite dei protagonisti si dividono e prendono strade diverse, ma dietro alle vicende familiari il film indaga la condizione femminile in un paese come l'Iran.

La rassegna si sofferma infine su due storie di vita vera: A Dangerous Method di David Cronenberg (8/3) fa luce sulla vicenda della psicanalista Sabina Spielrein, la donna che si pose tra Jung e Freud; mentre Pina di Wim Wenders (15/3) è l'omaggio di un grande regista, nonché amico, alla coreografa tedesca Pina Bausch.

Le proiezioni si terranno dal 12 gennaio al 15 marzo tutti i giovedì alle 16 e alle 21 e saranno riproposte, salvo sovrapposizione con altri eventi, la domenica negli stessi orari e il sabato sera alle 21.30.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy