Ancora in viaggio tra l'infinità di esperienze umane possibili

Busto Arsizio, 19 marzo 2012 - Prosegue la rassegna Destini Incrociati, curato da Paolo Castelli per il Cinema Teatro Fratello Sole. Ohio, Roma, Parigi, Libano, Marsiglia, di nuovo Parigi e poi Le Havre, Hollywood, Mississippi, Londra: sono queste le location dei destini che si intrecciano nella seconda parte del percorso cinematografico. Ma di quali destini si tratta?

In Ohio, con Le Idi di marzo di George Clooney, sono i destini incrociati e perversi del governatore della Pennsylvania Mike Morris, candidato Democratico alla presidenza, e del consulente Stephen Meyers. A Marsiglia, i destini incrociati di due famiglie nell'intensa e partecipe narrazione di Le nevi del Kilimangiaro di Robert Guédiguian, ispirato al poema Les pauvres gens di Victor Hugo.

Midnight in Paris di Woody Allen segue la deriva notturna di Gil, sceneggiatore americano di successo ma scrittore frustrato, magicamente catapultato nella Parigi degli anni '20. E ora dove andiamo?, la frizzante commedia della libanese Nadine Labaki, ci conduce invece in un villaggio mediorientale, dove a incrociarsi sono i destini delle donne di due comunità, una cristiana e l'altra mussulmana. Mentre Scialla! di Francesco Bruni ci porta a Roma per indagare i destini di un padre e di un figlio adolescente.

Poi si torna in Francia. Di nuovo a Parigi per conoscere i destini incrociati (e sincronizzati) di un ragazzino orfano e di un grande regista del cinema delle origini, Georges Méliès: Hugo Cabret (5 premi Oscar) è l'omaggio di Martin Scorsese alla magia del cinematografo. Poi a Le Havre dove si intersecano le vite di un lustrascarpe (con moglie) e di un ragazzino migrante nel poetico e minimalista Miracolo a Le Havre del maestro finlandese Aki Kaurismaki.

Con The Artist di Michel Hazanavicius (5 premi Oscar) si vola a Hollywood, nel 1927, e i destini sono quelli di George Valentin, attore in declino del cinema muto, e di Peppy Miller, attrice parlante in ascesa. Poi si va a Jackson (Mississippi, estate 1962) con The Help di Tate Taylor, dal romanzo di Kathryn Stockett, con un cast al femminile eccezionale, tra cui Octavia Spencer (premio Oscar come miglior attrice non protagonista). E si conclude con One Day di Lone Scherfig – dal best-seller di David Nicholls – dove Emma e Dexter si incontreranno per vent'anni sempre il 15 luglio, tra Edimburgo, Londra e Parigi.

Le proiezioni si terranno il giovedì alle ore 16 e alle 21 e saranno riproposte, salvo sovrapposizione con altri eventi, la domenica negli stessi orari e il sabato sera alle 21.30. È possibile prenotare gli abbonamenti on-line sul sito Web del teatro: www.fratellosole.it.

Giovedì 29 marzo la sala del Fratello Sole ospiterà il B.A. Film Festival: alle ore 16 è previsto l'incontro con l'attrice Erica Blanc (ingresso gratuito) e alle 21 sarà proiettato il film in concorso L'appartamento ad Atene di Ruggero Dipaola (con Laura Morante, dal romanzo omonimo di Glenway Wescott, edito da Adelphi).

Abbonamenti: Giovedì Sera 10 film € 25, Giovedì Pomeriggio 10 film € 18, GOLD (valido il giovedì, il sabato e la domenica) 10 film € 35.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy