Riparte giovedì 11 ottobre la rassegna cinematografica del Fratello Sole

Busto Arsizio, 8 ottobre 2012 - Arriva la terza e ultima parte della rassegna "Destini incrociati" curata da Paolo Castelli per il Cinema Teatro Fratello Sole: di nuovo esistenze che si intrecciano, si incastrano e si incrociano, investigate con particolare attenzione dal giovane film francese, a cui è dedicata una buona parte delle pellicole proposte.

Si parte dall'India, con Marigold Hotel di John Madden (11/10), dove ad incrociarsi sono i destini di un gruppo di pensionati inglesi che sceglie di ritirarsi in un albergo cadente. Poi è Parigi a fare da sfondo a due intense vicende umane: in Quasi amici di Olivier Nakache ed Eric Toledano (18/10) si intrecciano i destini e i mondi di un ricco e colto tetraplegico e del suo badante povero; mentre La guerra è dichiarata di Valerie Donzelli (25 ottobre) indaga i destini di una giovane coppia che si confrontano con la malattia del figlio. In Un amore di gioventù di Mia Hansen-Løve (1/11) è appunto l'amore che fa unire e poi separare i destini di Camille e Sullivan, colti in due momenti diversi della loro vita.

Seguono i destini veri e diversissimi di due donne con Marilyn di Simon Curtis (8/11) e The Lady di Luc Besson (15/11): il primo ispirato ai diari di Colin Clark, giovane assistente alla regia sul set inglese di Il Principe e la ballerina, divenuto per pochi giorni il confidente di Marilyn Monroe; l'altro incentrato sulla vicenda sofferta del premio Nobel per la pace (1991) Aung San Suu Kyi e del fedele marito inglese. Ancora storie al femminile con Tutti i nostri desideri di Philippe Lioret (22/11) dove il destino di una giovane donna magistrato, colto in un momento familiare tragico, si incrocia con quello di un collega, e poi con Sister di Ursula Meier (29/11), che scruta i destini incrociati di un adolescente e di una sorella/madre sullo sfondo delle montagne svizzere.

I destini incrociati, le reticenze, i non detti, i legami sottili e le bugie di un gruppo di amici, in vacanza al mare a Cap Ferret, costruiscono la trama di Piccole bugie tra amici di Guillaume Canet (6/12). Si conclude con Molto forte, incredibilmente vicino di Stephen Daldry (13/12), dal romanzo omonimo di Jonathan Safran Foer: New York è lo scenario dei destini di un adolescente, del padre morto nell'attentato delle torri gemelle, della madre e del nonno... destini che si incrociano con il mistero di una chiave...

Due serate in particolare saranno dedicate al tema della famiglia – il 25 ottobre e il 29 novembre – con una proposta di riflessione dopo la proiezione del film.

Le proiezioni si terranno dall'11 ottobre al 13 dicembre il giovedì alle ore 16 e alle ore 21 e saranno riproposte, salvo sovrapposizione con altri eventi, la domenica negli stessi orari e il sabato sera alle ore 21.30.

Fate clic qui per consultare le recensioni dei film in programma.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy