Fare Mondi” il titolo della nuova rassegna cinematografica

Busto Arsizio, 10 gennaio 2011 - Il Cinema Teatro Fratello Sole propone la nuova rassegna “Fare mondi”. “Il titolo di questa serie 2011 di film riprende il tema/percorso esplorato dal curatore Daniel Birnbaum all’interno della 53° Biennale di Arte di Venezia” spiega il curatore Paolo Castelli. “Se ogni opera d’arte costituisce una visione del mondo, a maggior ragione un film rappresenta il tentativo di messa in scena di un mondo, a volte confinante col reale, a volte parallelo, altro, lontano... persino immondo”.

Si parte giovedì 13 gennaio con Potiche - La bella statuina: ricomponendo sul set la coppia Deneuve-Depardieu, François Ozon mette in scena una storia di emancipazione femminile sullo sfondo degli anni ‘70.

Cinque le pellicole italiane scelte per la prima parte della rassegna: La passione di Carlo Mazzacurati, che tratteggia il microcosmo di un piccolo borgo del senese attraverso il “calvario” di un regista alle prese con la sacra rappresentazione del Venerdì Santo; La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo, trasposizione cinematografica del best seller di Paolo Giordano, dalle atmosfere inquiete e horror; Benvenuti al sud di Luca Miniero, remake “capovolto” del francese Giù al nord; Una sconfinata giovinezza in cui Pupi Avati racconta con coraggio e sottile poesia il dramma dell’Alzheimer; e Una vita tranquilla, un dramma noir, torbido e pieno di ombre, costruito da Claudio Cupellini sulla cronaca del traffico di rifiuti in Campania.

Dagli Usa arrivano Last Night, in cui la regista Massy Tadjedin scruta, pedina e investiga il mal d’amore, e The Social Network di David Fincher, che ricostruisce la vicenda di Mark Zuckerberg, da studente solitario a inventore di Facebook.

In calendario un’altra biografia d’autore con Séraphine di Martin Provost, che racconta la vita della pittrice Séraphine de Senlis, interpretata da una straordinaria Yolande Moreau. Infine, Uomini di Dio tocca il tema del dialogo interreligioso: con solennità e la giusta lentezza Xavier Beauvois narra le giornate di un gruppo di monaci francesi in un villaggio algerino, fino all’arrivo dei fondamentalisti islamici la notte di Natale.

Le proiezioni si terranno dal 13 gennaio al 17 marzo tutti i giovedì alle 16 e alle 21 e saranno riproposte, salvo sovrapposizione con altri eventi, la domenica negli stessi orari e il sabato sera alle 21.30. È possibile prenotare gli abbonamenti on-line sul sito Web del teatro: www.fratellosole.it.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy