davide

davide

Martedì, 18 Agosto 2015 13:08

Youth - Giovedì, 8 Ottobre

In un albergo-clinica svizzera due anziani di talento, un direttore d’orchestra (Michael Caine) e un noto regista (Harvey Keitel), reagiscono alla perdita di emozioni e di memoria della vecchiaia con sarcasmo e leggerezza. Dopo La grande bellezza, Paolo Sorrentino allestisce un nuovo, manieristico, puzzle/affresco visivo e esistenziale, contrappuntato da una intensa colonna sonora. Il film si abbandona a epifanie/visioni che ‘intervallano’ il passo di maestose sequenze, ‘orchestrate’ dalla fotografia di Luca Bigazzi. Per questo luogo dell’anima (un albergo con terme) non si può non evocare 8 1⁄2 di Federico Fellini.

Martedì, 18 Agosto 2015 13:03

Suite francese - Giovedì, 15 Ottobre

È un melodramma bellico, di impianto classico, quello che il regista inglese Saul Dibb confeziona, dall’intenso romanzo di Irène Némirovsky, pubblicato postumo nel 2004 (Adelphi). Nel film si ‘investiga’ la storia d’amore tra il tenente nazista Bruno von Falk (Matthias Schoenaerts) e la giovane francese Lucile (Michelle Williams). Sullo sfondo della vicenda, si svolge la lotta di classe, interna alla popolazione del villaggio francese, con la presenza nazista come elemento scatenante per una possibile guerra fratricida. Figura simbolica centrale del racconto è Madame Angellier (Kristin Scott-Thomas), suocera di Lucile, capitalista inflessi- bile tanto nei riguardi dei concittadini più poveri, quanto dei nuovi sfruttatori.

Martedì, 18 Agosto 2015 13:00

Adaline - Giovedì, 22 Ottobre

Nata intorno all’inizio del ventesimo secolo, Adaline Bowman (Blake Lively) non avrebbe mai pensato di poter essere ancora viva nel ventunesimo ma un momento magico della sua vita la salva dalla morte e le regala l’eterna giovinezza. Così, a 29 anni, Adaline smette di invecchiare e comincia un’avventura unica. Un destino incredibile le consente di vivere, per molti decenni, la storia delle trasformazioni del mondo, che fanno da sfondo alle sue vicende personali e sentimentali. Dalle due Guerre Mondiali alle lotte degli anni ‘60 per la libertà, fino ai nostri eventi più recenti. Una favola che ‘pedina’ l’esistenza eccezionale della protagonista e le sue eterne fughe. Un piccolo apologo cinematografico sui ‘sensi’ della vita.

Martedì, 18 Agosto 2015 12:57

Se dio vuole - Giovedì, 29 Ottobre

La commedia di Edoardo Falcone mette in scena l’incontro/scontro tra Tommaso (Marco Giallini), un cardiochirurgo di successo, e Don Pietro Pellegrini (Alessandro Gassman), nel tentativo di impedire la vocazione religiosa del figlio Andrea (Enrico Oetiker). Laura Morante interpreta la moglie del protagonista. Dalla scrittura a quattro mani del regista e di Marco Martani zampilla freschezza e garbata ironia ma anche capacità di scrittura di dialoghi coloriti e surreali. Il prete di Alessandro Gassman si inserisce nella tradizione del cinema e della tv italiane – dall’Aldo Fabrizi di Roma città aperta al Don Matteo di Terence Hill, dal Don Giulio di Nanni Moretti in La messa è finita al sacerdote in Casomai di Alessandro D’Alatri.

Martedì, 18 Agosto 2015 12:53

Samba - Giovedì, 5 Novembre

Dopo Quasi amici Eric Toledano e Olivier Nakache dirigono Samba, tratto da un romanzo di Delphine Coulin. Il film è un atto di denuncia sull’immigrazione clandestina in terra francese. Samba (Omar Sy) è uno di questi. Dopo 10 anni trascorsi lavorando nelle cucine di un lussuoso albergo parigino, viene scoperto dalla polizia e costretto a vivere come un fantasma. Durante la sua permanenza in un campo per clandestini incontra Alice (Charlotte Gainsbourg), un ex dirigente che ha avuto un esaurimento nervoso e che ora lavora per una associazione. Tra i due scatta qualcosa. Il duo Toledano-Nakache tocca un tema duro.

Martedì, 18 Agosto 2015 12:48

Mia madre - Giovedì, 12 Novembre

La regista Margherita (Margherita Buy) accoglie l’attore americano Barry Huggins (John Turturro), star del suo nuovo film, dedicato alla resistenza degli operai in una fabbrica in svendita. Nel frattempo, cerca di gestire la difficile degenza della madre (Giulia Lazzarini), ricoverata con gravi problemi di cuore. L’aiuta il fratello Giovanni (Nanni Moretti). Due piani narrativi principali (le riprese del film e la malattia terminale della mamma) si intrec- ciano. Una storia intima e dolorosa risolta con una leggerezza straordinaria.

Clément (Loic Corbery) è un professore di filosofia che dalla sua amata Parigi viene trasferito per un anno in un liceo di provincia. E’ un tipo che lascia le donne prima che - teorizza - il rapporto diventi una prigione. Poi arriva lei, Jennifer, (Émilie Dequenne) parrucchiera alla ricerca dell’amore vero. Proprio per questo, più che per la differente classe sociale di appartenenza, i due sembrerebbero incompatibili. Ma il sentimento sboccia, lento e profondo. Lucas Belvaux, regista belga, ‘pedina’ con la macchina da presa i corpi, i volti, soffermandosi sui dettagli di questa strana coppia. Dal romanzo di Philippe Vilain.

Un film divertente e colorato, con un tocco fra il grottesco e l’edulcorato, tra il vintage e il citazionista. Il film è basato sui personaggi della serie di libri per bambini Le petit Nicolas di Goscinny & Sempé. Nicolas ci racconta le peripezie di genitori ed amichetti, sullo sfondo di una stagione al mare piena di ricordi e di avventure. Il mondo visto attraverso lo sguardo di un bambino, conteso fra due bimbette molto intraprendenti. Molte le citazioni cinematografiche:da Shininga Moonrise Kingdom,da Jacques Tati a Tim Burton.

Giovedì, 30 Luglio 2015 13:38

Whiplash - Giovedì, 3 Dicembre

L’opera seconda di Damien Chazelle è un film sul compromesso. Su quanto in là ci si possa spingere per fare arte secondo le proprie ambizioni, proteggendone la purezza. Il giovane batterista, deciso a sacrificare affetti e salute per raggiungere il top e il maniacale docente, che usa l’umiliazione per cavare il massimo dai musicisti. La grandezza del film, è nella scintilla di riconoscimento fra simili che i due antagonisti vedono scattare, loro malgrado: ugualmente cultori di un’idea di arte che non scenda a compromessi. Whiplash, girato e montato in 10 settimane, con un attore (Miles Teller) che suona dal vivo e versa sangue vero sul set e un altro, J.K. Simmons, vincitore del premio Oscar 2015 come co-protagonista.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy