Giovedì, 16 Febbraio 2012 00:00

LA ROSA DEL FARMACISTA - Robb Candace

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Amo  il Medioevo, amo l’Inghilterra e amo i thriller: questo libro ne è la fusione più piacevole che io abbia mai letto, ed è il primo di una serie che mi ha appassionato tantissimo. La Robb ricrea con precisione luoghi, atmosfera, abitudini della sua epoca e tratteggia bene i suoi personaggi:  Lucie, Owen, Magda sono tutte figure che incarnano perfettamente il ruolo che devono interpretare nella loro epoca storica, sono ben descritti e le loro emozioni sono rese molto bene… senza contare che qua e là si ha la sorpresa di incontrare qualche personaggio realmente esistito! E che dire della cartina all’inizio del libro, che ci permette di ‘camminare’ con i protagonisti per le fangose e fredde vie inglesi del tempo?

Non perdetevelo!

Maria Grazia

Informazioni aggiuntive

  • Titolo: La rosa del farmacista
  • Autore: Robb Candace
  • Editore: Piemme
  • Numero copie: 1
  • Stato: Disponibile
  • Codice libro: G029
Letto 32118 volte Ultima modifica il Venerdì, 27 Marzo 2015 11:33

Articoli correlati (da tag)

2 commenti

  • Link al commento Antonella Lunedì, 26 Novembre 2012 10:01 inviato da Antonella

    Scoperto un nuovo genere, il thriller Medievale. La scrittice ti fa entrare veramente nell'atmosfera medievale. Taverne, osterie, cortili, abbazie, pozioni, distillati, giardini, cavalli, foreste, banditi. La storia ti prende subito, il delitto e/o il colpevole si scoprono fin dall'inizio ma l'intrigo intorno è molto articolato. Il protagonista è un uomo coraggioso, particolarmente intelligente ed intuitivo in grado di superare i pregiudizi del tempo sapendo guardare aldilà della prima impressione. E' il primo dei tanti romanzi che compongono la serie "I misteri di Owen Archer" che provvederò a leggere!

  • Link al commento Mariella Sabato, 03 Marzo 2012 15:25 inviato da Mariella

    Un buon thriller medievale, anche se ho preferito ‘La reliquia rubata’ della stessa autrice che già conoscevo. Inoltre la traduzione di quest’ultimo romanzo , secondo me, è migliore; infatti ne ‘La rosa del farmacista’ alcuni passi sono un po’ farraginosi e non chiari.
    Consiglio a chi si appresta ad iniziare il libro, di leggere prima la nota dell’autrice, per meglio inquadrare la vicenda nel luogo e nel tempo in cui si svolge. Comunque ne consiglio la lettura.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy