Venerdì, 15 Aprile 2016 11:28

Dio esiste e vive a Bruxelles

dio vive a bruxelles 1

entro in sala mi siedo e mi ritrovo intrappolata nelle grinfie di un Dio in vestaglia, trasandato, cinico che dal suo computer controlla tutti gli eventi dell’umanità dal principio sorrido nel riconoscermi anch’io vittima di una legge di Murphy divinizzata, ma poco dopo ne sono infastidita, così come chi mi sta intorno, mi pare di intuire dall’irrequietezza nell’aria e da un disagio palpabile

quanta malvagità

proviamo tutti tenerezza per la povera moglie umiliata e comprensione per Ea, la figlia maltrattata che si ribella al padre manomettendogli il computer e rivelando a tutti gli abitanti della Terra la loro data di morte con le inevitabili conseguenze. Ea riesce a fuggire dalla decennale prigionia per trovare una sua vera dimensione nella realtà di tutti giorni, siamo tutti con lei, la incitiamo mentalmente, scappa, forza, trascinati giù nel cestello senza fondo della lavatrice, brava, ce l’hai fatta, con un balzo sei tra noi, subito alla ricerca di quei 6 nuovi apostoli che l’amato fratello ti ha suggerito di trovare

Pubblicato in Commenti emotivi

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy