davide

davide

Venerdì, 17 Febbraio 2012 00:00

TREASURE ISLAND - Robert L. Stevenson

Versione in lingua originale de “L’isola del tesoro”, per chi vuole immergersi in lingua inglese in una delle più amate “adventure story” di tutti i tempi.

Anna Maria

Qual è stato il film più lungo della storia del cinema?

Quanti Martini ha bevuto James Bond durante le sue innumerevoli avventure? Quali film Hitler si è portato nel bunker? E ancora, quali sono i dieci film più famosi tratti da storie vere? Il fascino di questo libro è l’essere strapieno di informazioni frammentarie ma anche di opinioni arbitrarie. Basterà un rapido sguardo per apprendere il nome del personaggio interpretato da Marilyn Monroe in Quando la moglie è in vacanza, scoprire l’origine dei popcorn, trovare la spiegazione di tutti i quei titoli di coda che non si è mai capito e apprendere che, tra tutti quelli che hanno partecipato alla lavorazione di un film, il Best Boy  è l’aiuto caposquadra degli elettricisti mentre il Dolly Grip è il macchinista-carrellista.

Che uno sia un patito di cinema o semplicemente qualcuno a cui piacciono i film, troverete in questo libro un bel po’ di cose che potranno illuminarvi, divertirvi, magari lasciarvi sbalorditi o forse persino irritarvi fino all’esasperazione

Paolo

Venerdì, 17 Febbraio 2012 13:39

IL CASELLANTE - Andrea Camilleri

Una favola profondamente commovente la vicenda di Nino, casellante e suonatore di chitarra della domenica, e Minica sua moglie.

Storie di persone semplici, di passioni forti, di folle amore; che sa di terra/madre, di carne e sangue, di dolore profondo, di follia.

Una storia anche molto poetica, di quelle poesia ch’è in fondo a ogni vita, e che lascia un solco nel cuore.

Lidia

E’ un libro piacevole, la trama è appassionante anche se a volte con coincidenze un po’ troppo incredibili. In realtà coinvolge piano piano e poi  trascina il lettore nel suo vortice ricco di suspence, paure, dubbi di vita. Affronta largamente il rapporto padre-figlio e la superficialità della società con due personaggi che sembrano non avere nulla in comune ma che per storie e vicissitudini diverse si troveranno a inseguire lo stesso beffardo killer nella metropoli più metropoli del mondo, New York, dove sembra che nulla di ciò che appare sia vero….tranne gli occhi.

Franco

Giovedì, 16 Febbraio 2012 21:09

MUCCHIO D'OSSA - Stephen King

Una delle più grandi capacità di King è quella di riuscire a far immedesimare  il lettore nei suoi personaggi: così il lutto dello scrittore di successo Michael Noonan, il suo dolore, il suo ‘blocco emotivo’ e i successivi attacchi di panico, i suoi incubi fin troppo reali, la sua ricerca di nuovi punti fissi nella vita, i fantasmi che affollano la casa sul lago a Sara Laughs dove si rifugia per tentare di riprendere a scrivere,  ci fanno provare sensazioni molto intense sulla nostra pelle. La trama è molto brillante, condita con molte citazioni di Melville e Maugham,  e il racconto in prima persona rende tutto così reale da catapultarci personalmente nella comunità TR 90 dove si svolgono le vicende. Lo ritengo uno dei più bei libri del ‘Re’.

Maria Grazia

Giovedì, 16 Febbraio 2012 00:00

W. - Jennifer Lee Carrell

W. come William, William come Shakespeare, il Grande Bardo, il più prolifico e nello stesso tempo ‘misterioso’ scrittore di tutti i tempi. Si è sempre parlato molto della sua vera identità, ma nessuno è mai arrivato ad una conclusione certa e definitiva. Forse perché molte prove sono scomparse la sera del 29 giugno 1613 nel rogo del Globe Theatre? E le poche  rimaste cercheranno di essere definitivamente cancellate in un secondo incendio, il 29 giugno 2004? Kate Stanley, regista dell’Amleto, seguendo delle sottili tracce si imbatterà in lettere di Shakespeare mai ritrovate, in edizioni rarissime delle opere complete, in manoscritti perduti. E quella che io chiamo la ‘magia’ del Bardo riaffiora nel presente. Ma ci pensate? Un manoscritto inedito di Shakespeare tra le mani…un sogno!

Maria Grazia

Giovedì, 16 Febbraio 2012 00:00

LE FIGLIE DEL LIBRO PERDUTO - Katherine Howe

Volente o nolente, Connie Goodwin, giovane ricercatrice universitaria, si ritrova tra le mani la decrepita e quasi fatiscente casa della nonna, piena di strane bottiglie, antichi volumi, misteriose chiavi e un vecchio cartiglio.

Ma soprattutto un nome: Deliverance Dane. E’  una delle streghe processate a Salem, ma, col procedere delle ricerche sugli antichi volumi  e di sempre più strani accadimenti, forse non è solo un nome, ma un’eco del passato che vibra nel presente e trasformerà il futuro di Connie.

Leggera, fresca e avvincente, come avrei potuto resistere al fascino di una tale storia?

Maria Grazia

Giovedì, 16 Febbraio 2012 00:00

LA ROSA DEL FARMACISTA - Robb Candace

Amo  il Medioevo, amo l’Inghilterra e amo i thriller: questo libro ne è la fusione più piacevole che io abbia mai letto, ed è il primo di una serie che mi ha appassionato tantissimo. La Robb ricrea con precisione luoghi, atmosfera, abitudini della sua epoca e tratteggia bene i suoi personaggi:  Lucie, Owen, Magda sono tutte figure che incarnano perfettamente il ruolo che devono interpretare nella loro epoca storica, sono ben descritti e le loro emozioni sono rese molto bene… senza contare che qua e là si ha la sorpresa di incontrare qualche personaggio realmente esistito! E che dire della cartina all’inizio del libro, che ci permette di ‘camminare’ con i protagonisti per le fangose e fredde vie inglesi del tempo?

Non perdetevelo!

Maria Grazia

Giovedì, 16 Febbraio 2012 15:06

LA PROSIVENDOLA - Daniel Pennac

 Con Pennac ci si imbatte in uno stile di scrittura assolutamente diverso e fuori dagli schemi, ma a suo modo affascinante. Si entra  nel mondo caotico e imprevedibile di Benjamin Malaussène, di professione Capro Espiatorio, alle prese con la sua carriera letteraria, e ci piombano addosso una serie di personaggi surreali e strampalati che vivono come in un mondo sopra le righe. Il tutto intrappola in una ragnatela di inganni, vendette e colpi di scena che ci portano fino all’ultima pagina forse con un po’ di confusione mentale, ma sicuramente soddisfatti.

 

Franco

 

Mercoledì, 15 Febbraio 2012 00:00

GLI ARANCINI DI MONTALBANO - Andrea Camilleri

E’ un libro che ci fa visitare i luoghi incantati della Sicilia, dove il tempo e il suo ritmo si rallentano per una convinta scelta di vita, poiché la vita va assaporata con dovuta calma e responsabilità.

Ognuno di questi racconti va gustato e assaporato lentamente, come se fosse per l’appunto un arancino, come lo sfizio di un  ‘boccone lontano dai pasti’, come un appagante strappo alla dieta,

 nella beatitudine di un assolato pomeriggio siciliano, facendo una fuga dai problemi di tutti i giorni.

Un Montalbano impagabile….e goloso!

 

Franco

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy