Silvano

Silvano

Venerdì, 23 Settembre 2016 15:21

Microbo & Gasolina - Giovedì 17 Novembre

Daniel, detto "Microbo" (Ange Dargent), è un adolescente introverso e sensibile. L'arrivo nella sua classe di Théo, detto "Gasolina" (Théophile Baquet), con cui stringe presto amicizia, lo sprona a dare una scossa alla sua vita. Con lui partirà per una folle vacanza lungo la Francia a bordo di una... casetta a quattro ruote. Da sempre, la poetica di Michel Gondry é stata incentrata sull'artigianalità, la fantasia più pura, un onirismo sempre ancorato alla realtà. Microbo e Gasolina rappresenta il suo omaggio a un'età, complessa e delicata, la prima adolescenza.

*Evento B.A. per l'infanzia e l'adolescenza

Giovedì, 22 Settembre 2016 11:28

Money Monster - Giovedì 10 Novembre

Lee Gates (George Clooney) è un giornalista televisivo che conduce uno show, Money Monster, nel quale elargisce ai propri telespettatori consigli finanziari. Un giovane investitore però, Kyle Budwell (Jack O'Connell), dopo aver perso un'ingente somma di denaro, non ci sta e decide di passare all'azione: irrompe nello studio televisivo e prende in ostaggio Lee nel bel mezzo della diretta... Jodie Foster guarda alla lezione del Sidney Lumet di Quel pomeriggio di un giorno da cani (1975) e di Quinto potere (1976), lavorando su una messinscena tesa e concitata, quasi tutta ambientata all'interno di uno studio televisivo.

Scritta e diretta da Samuel Benchetrit, Il condominio dei cuori infranti é una commedia dolceamara e minimalista. Sono sei le figure su cui si sofferma il regista: il burbero Sterkowitz (Gustave Kervern), durante le sue peregrinazioni notturne, si avvicina a un'infermiera (Valeria Bruni Tedeschi); un'attrice di mezz'età (Isabelle Huppert) stringe amicizia con il giovane Charly (Jules Benchetrit); una signora in pensione (Tassadit Mandi) si ritrova in casa un astronauta americano (Michael Pitt), finito per sbaglio nel cuore della Francia. E sono proprio i siparietti tra questi due i momenti più divertenti. Oltre il velo di un intrattenimento leggero, troviamo strati di malinconie e solitudini.

 

 

 

 

Lunedì, 19 Settembre 2016 19:06

La corte - Giovedì 20 Ottobre

Presidente della Corte d'assise, severo e intransigente, il magistrato Racine (Fabrice Luchini) è famoso per  riuscire a infliggere pene severissime ai suoi imputati. Durante un caso di omicidio, si trova di fronte come  giurato popolare Ditte Lorensen-Coteret (Sidse Babett Knudsen), donna di cui si era innamorato. La sua  compassata quotidianità subisce così un brusco cambiamento. Il film, di Christian Vincent, rifiuta ogni forma  di spettacolarizzazione dei sentimenti. L'ambientazione grigia è sottolineata dagli "anonimi" scorci di una  cittadina vicina a Calais e dai freddi interni in cui si muovono i personaggi. Alla Mostra del Cinema di Venezia  2015, Fabrice Luchini ha vinto la Coppa Volpi come migliore attore.

Lunedì, 19 Settembre 2016 18:59

The Dressmaker - Giovedì 13 Ottobre

1950, Australia. Tilly Dunnage (Kate Winslet), talentuosa sarta e creatrice di moda, dopo anni trascorsi in diversi atelier d'Europa torna nella sua città natale per stare accanto a Molly (Judy Davis), l'eccentrica madre. Armata di ago e filo Tilly trasformerà le donne dell'angusta Dungatar, attuando una sottile vendetta nei confronti di chi l'aveva cacciata. Tratto dall'omonimo romanzo best-seller di Rosalie Ham e diretto dalla regista australiana Jocelyn Moorhouse, The Dressmaker è una parabola grottesca in cui la tragicità di alcuni eventi narrati viene filtrata da una sceneggiatura "vorticosa". Kate Winslet dimostra la sua impeccabile padronanza della scena, costruendo un personaggio torbido e seducente, una donna maledetta dalla pochezza dei suoi concittadini.

Giovedì, 15 Settembre 2016 17:52

La pazza gioia - Giovedì 6 Ottobre

Beatrice Morandini Valdirana (Valeria Bruni Tedeschi), ex signora dell'alta società è ospite a Villa Biondi, una comunità terapeutica per donne con disturbi mentali. Beatrice si avvicina sempre più a Donatella (Micaela Ramazzotti). Le due, diventate complici, si abbandonano alla 'pazza gioia' di una fuga dall'istituto. Paolo Virzì con Francesca Archibugi realizza un ritratto di umana fragilità in cui le due protagoniste devono fare i conti con le proprie idiosincrasie e con le loro difficoltà a rapportarsi con il mondo. Straordinaria l'alchimia tra le due interpreti principali. Location del road-movie/fiaba al femminile in terra toscana: Livorno, Viareggio e Montecatini.

Pagina 8 di 8

Su questo sito vengono utilizzati i cookies per raccogliere statistiche e gestire la navigazione. La nostra policy